DECRETO CURA ITALIA: SLITTA ANCHE LA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE

DECRETO CURA ITALIA: SLITTA ANCHE LA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE

Il cd. Decreto Cura Italia (DL 18/2020 in corso di conversione in questi giorni) contiene al suo interno le prime misure messe in campo dal Governo per aiutare famiglie e imprese nelle difficoltà causate dalla diffusione del Coronavirus. In particolare, nella parte più fiscale del Decreto, sono state previste proroghe e sospensioni per numerosi adepimenti e versamenti. 

Per rispondere ai numerosi dubbi sollevati sul tema, il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) ha messo a disposizione sul proprio sito una serie di domande e risposte. In una di questa veniva chiesto se il Decreto Cura Italia sospendesse o meno anche i termini di legge previsti per la presentazione delle dichiarazioni di successione (un anno dalla morte).

Nel rispondere il Ministero ha premesso che la proroga di questo termine non è espressamente menzionata. Tuttavia essa potrebbe rientrare nella sospensione degli adempimenti tributari in senso lato, tenuto conto che la dichiarazione è presentata all’Agenzia delle Entrate e che essa è in funzione del pagamento dei tributi.

In defintiva qualora il termine di presentazione della dichiarazione di successione scada nel periodo di sospensione compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020 si applica la sospensione prevista dall’articolo 62 del Decreto Cura Italia e tale adempimento dovrà essere effettuato entro il 30 giugno 2020.